Circa Annalisa Aloisi

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Annalisa Aloisi ha creato 9 post nel blog.

Tendenze moda autunno/inverno 2020: ecopelle. Con cosa abbinarla, i colori e gli stili più ricercati

Tendenze moda autunno/inverno 2020: ecopelle. Con cosa abbinarla, i colori e gli stili più ricercati 

É ufficiale, la tendenza moda di questo autunno/inverno 2020 è l’ecopelle. Pantaloni, leggings, giubbotti e blazer per uno stile grintoso e un pò rock. 

Per alcune è impossibile farne a meno e così l’ecopelle si è fatta sempre più spazio nell’armadio. Per questo Comunello&Co a Borgo Valsugana ha riservato per voi i capi di maggiore tendenza e qui potete averne un’anteprima e qualche consiglio. 

Ecopelle o pelle? Che differenza c’è?

In molti se lo sono chiesto, che differenza c’è tra ecopelle e pelle? L’ecopelle è pelle vera? 

Chiariamo subito una cosa, l’ecopelle è una pelle di derivazione animale molto apprezzata e pregiata. Si differenzia dalla pelle vera e propria perchè viene lavorata utilizzando un procedimento un pò diverso. Infatti, la sua lavorazione rispetta le norme di un rigido protocollo a basso impatto ambientale e per questo è definita eco friendly. Per realizzare l’ecopelle viene recuperato un sottoprodotto di origine animale derivato da animali allevati a fini alimentari. 

Lo stile

L’ecopelle ci fa pensare subito ai giubbotti da biker che da anni ci accompagnano durante le giornate autunnali. Mai banali e sempre attuali, si possono abbinare a qualsiasi look, elegante, grintoso e audace ma anche sportivo. Perchè l’ecopelle è così, sta bene con tutto. 

Con cosa abbinare l’ecopelle 

L’ecopelle è un capo molto versatile che si può prestare a molte combinazioni. Il total look in ecopelle è stato in assoluto protagonista delle ultime sfilate. Uno stile difficile da abbinare ma assolutamente cool. Sappiamo però che non è per tutte e non è per tutte le occasioni. Un’ottima alternativa è un look spezzato, altrettanto alla moda e anche un pò audace. Le possibilità con l’ecopelle sono infinite quindi, non abbiate paura a sbizzarrirvi e a osare. Potete abbinarla al pizzo bianco per un look più dolce e romantico, oppure alla stampa scozzese per uno stile più serio e ricercato. Anche la stampa jungle o animalier è un abbinamento vincente ma scegliete con cura l’occasione per indossarla. 

I colori 

Non solo nero. La moda donna autunno 2020 vuole l’ecopelle dei colori più svariati. Lilla, rosso, bordeaux e cammello sono i più in voga. Sta a voi abbinarli nel migliore dei modi, e noi di Comunello&Co siamo qui per aiutarvi.

I capi in ecopelle di maggiore tendenza per il 2020

  • La gonna in ecopelle non passa mai di moda, cortissima, corta al ginocchio o fino al polpaccio. Abbinata ad una felpa cropped per un look giovane e giovanile oppure ad una camicia per un look da giorno. In alternativa, puoi optare per un maglioncino aderente a collo alto, altro must per questa stagione. 
  • Pantaloni e leggins in ecopelle. Comodi e versatili, da abbinare a delle sneakers bianche per uno stile più sportivo oppure ai tacchi per chi non vuole mai rinunciare a quei centimetri in più. 
  • Blazer in ecopelle. In assoluto il must della stagione, elegante e ricercato sia per il giorno che per la sera. Adatto a tutte le età, la moda lo vuole abbinato a jeans, gonne e leggings. 

Trench in ecopelle. Lo abbiamo visto alle ultime sfilate di Parigi e Milano. Nero ma anche colorato, con il cinturino in vita o senza, maniche a sbuffo o lineari.. non importa, il trench va bene in qualsiasi forma.

Noi di Comunello&Co ti proponiamo alcune combinazioni, vieni a trovarci in negozio a Borgo Valsugana per avere altre idee e a farti tentare dall’ecopelle. 

Puoi trovare questi e altri abbinamenti nel nostro negozio a Borgo Valsugana. Insieme a 4 chiacchiere, un sorriso e qualche consiglio.

Scopri gli altri outfit PER LEI e PER LUI

Tendenze moda autunno/inverno 2020: ecopelle. Con cosa abbinarla, i colori e gli stili più ricercati2020-09-18T09:58:14+02:00

Tendenze moda donna autunno 2020: sportswear non solo per il tempo libero

Tendenze moda donna autunno 2020: sportswear non solo per il tempo libero

Mentre approfitti degli ultimi giorni di saldi, hai già dato un’occhiata alle nuove proposte per l’autunno da Comunello&co a Borgo Valsugana? Stiamo ancora facendo un’attenta selezione, ma abbiamo già in negozio qualche idea interessante da indossare già a settembre.

Le tendenze autunno 2020 da Comunello&co: un autunno grintoso ma elegante a Borgo Valsugana

Ecopelle

La tendenza più gettonata dell’autunno/inverno 2020/2021 è senza dubbio l’ecopelle. Non solo nero e colori naturali, anche qualche tonalità più vivace. Giubbotti, pantaloni, blazer in ecopelle sono subito grintosi e giovani, per chi ama osare un pò di più, con qualche capo più tradizionale per chi non ha mai osato prima e ha voglia di dare un svolta al look senza stravolgerlo. 

Borchie e metallo

Pelle e metallo sono una coppia vincente. E se vogliamo rispettare un look ricco di energia le borchie sono perfette: sul giubbotto, sulla borsa, sugli accessori, impossibile farne a meno. Il metallo però quest’anno compare in tante fogge interessanti, con catene inserite nell’outfit, con l’argento dei vestiti da sera più provocanti, Un tocco di anni ‘80 senza l’eccesso.

Frange

Il fascino delle frange sembra non voler tramontare da qualche anno ormai. Eleganti e sbarazzine, un pò anni’20 un pò ‘90, danno un tocco estremamente femminile anche nei look più selvaggi.

Animalier

L’animalier non è mai passato di moda a dire il vero. Piace sempre ed è molto elegante, se portato nel modo giusto. Per il prossimo autunno ci ha conquistato lo zebrato nell’accoppiata nero/cammello. 

Colori di tendenza autunno 2020

I colori della prossima stagione raccolgono l’ultimo caldo della tarda estate e lo portano con sè nel freddo dell’inverno. Tutte le sfumature più scure del rosso, per approdare poi nel marrone, dal beige al cammello con tocchi di giallo senape; il verde scuro della tarda estate e il verde salvia attenuano la monotonia del grigio elegante, sempre di tendenza. Senza colore non sai stare? Rosa, pesca e blu cobalto sono ottimi contrasti da abbinare alle tonalità neutre con sapienza e senza esagerare.

Ci siamo fatti tentare: sport, ma con stile

Mesi di smart working ci hanno fatto apprezzare la comodità in tutte le occasioni. Chi dice che non si può essere sportivi ed eleganti anche in ufficio? Nella scelta dei capi per l’autunno non abbiamo potuto resistere alla morbidezza e al comfort dello stile sportswear, con l’eleganza dei brand che amiamo. Così abbiamo fatto spazio per felpe e t-shirt, scritte monocromatiche su fondo neutro, eleganti e mai impattanti, per ricordare la voglia di fare sport anche in occasioni diverse, durante lo shopping, ad un aperitivo informale con amici, per una serata all’aperto. 

Ecco alcune idee… per tutte le altre proposte, stili e brand vi aspettiamo in negozio a Borgo Valsugana

Puoi trovare questi e altri abbinamenti nel nostro negozio a Borgo Valsugana. Insieme a 4 chiacchiere, un sorriso e qualche consiglio.

Scopri gli altri outfit PER LEI e PER LUI

Tendenze moda donna autunno 2020: sportswear non solo per il tempo libero2020-09-07T10:22:22+02:00

Vestirsi bene: come influenza noi e le nostre performance

Vestirsi bene: come influenza noi e le nostre performance

Dicono che l’abito non fa il monaco… è davvero così? O ce la stiamo raccontando? Perché volenti o nolenti ciò che indossiamo influenza notevolmente noi, il nostro atteggiamento e l’atteggiamento delle persone con cui ci rapportiamo. Ma non si tratta di superficialità. Lo dice la scienza.

Come vestirsi bene influenza il nostro atteggiamento

Gli abiti che indossiamo influenzano non solo la percezione che gli altri hanno di noi, ma anche quella che abbiamo di noi stessi. Senza ipocrisie quante volte ci è capitato di trarre delle conclusioni su uno sconosciuto basandoci sul suo look, su un paio di scarpe vistose, su un cappello eccentrico? E quante volte abbiamo fatto un acquisto impulsivo portando a casa un abito che ‘ci fa sentire bene’?

Vestirsi bene definisce chi siamo (o almeno chi siamo in quel determinato momento) molto più di quanto pensiamo. Ecco perché è importante non essere trasandati.

L’abbigliamento influenza l’umore e l’umore influenza l’abbigliamento

È un’azione che compiamo inconsciamente ma quasi sempre scegliamo il vestito in base a come ci sentiamo. È infatti probabile che quando siamo giù di morale scegliamo abiti che non ci valorizzano, mentre se siamo felici abiti che mettono in risalto i nostri punti di forza.

È valido anche il processo inverso: vestiti bene e ti sentirai immediatamente meglio. Un bel vestito, un tacco vertiginoso, un trucco curato aumenta l’autostima e ti fa sentire invincibile.

L’abbigliamento racconta il tuo modo di vivere

I tuoi outfit dicono molto di chi sei e di come vivi le tue giornate. Gli abiti sono quindi un mezzo importante di comunicazione con l’altro, un modo per farsi conoscere. Fondamentale dunque adeguare l’outfit alle persone che incontri e all’occasione per modificare la loro prima impressione.

L’abbigliamento influenza le tue performance

Se è vero che vestirsi bene ti fa sentire meglio, è normale che ti faccia assumere un atteggiamento diverso anche sul lavoro. Serve una spinta per fare bene un lavoro? Vestiti di conseguenza, indossa una sorta di divisa che rappresenti il ruolo che devi interpretare in quell’occasione per ottenere i massimi risultati. Questo per la diretta conseguenza di un’aumentata autostima che ti fa sentire a tuo agio in ogni situazione.

Un certo numero di studi recenti hanno dimostrato che quando un lavoratore indossa abiti di qualità o formali, ottiene risultati migliori. Un abito o un blazer potrebbero fare miracoli per la produttività di un dipendente, soprattutto quando il suo lavoro comprende un costante contatto con le persone (clienti, fornitori, colleghi,…).

 “Ciò che questi risultati mostrano, dice il professor Kraus, è che nelle competizioni il vincitore in tutte le situazioni, indossando abbigliamento formale, è in grado di inviare agli altri un segnale del tipo “tu puoi avere successo e mi posso fidare di te’. Quelli vestiti in modo più casual tendono a cedere più facilmente.” (Michael W. Kraus, professore di comportamento organizzativo presso la Yale School of Management)

Quando hai bisogno di pensare in modo creativo, circa il quadro generale, è qui che chi si veste in modo formale aumenterà la produttività. Le persone che indossano quel tipo di abbigliamento si sentono più forti. Quando ci si sente più forti, non c’è bisogno di concentrarsi sui dettagli.” (Michael L. Slepian, uno studioso di ricerca post-dottorato e assistente-professore presso la Columbia Business School)

4 regole base per vestirsi bene

  1. Colori. Scegli i colori che stanno bene con il tuo incarnato e i tuoi capelli. Niente nuance troppo scure su una pelle molto chiara. Il verde è un colore difficile per tutti, non accanirti. Il color senape solo se il tuo incarnato lo permette.
  2. Occhio alle forme. La forma del tuo fisico è molto importante. Alcuni vestiti metteranno in risalto i tuoi punti forti, altri faranno risaltare i difetti. Il nero sfina, si sa, e sta su tutto, ma puoi spaziare su diversi colori giocando con le forme. Se hai una vita larga, assolutamente no ai jeans a vita alta, meglio puntare su una gonna ampia; se la statura non è il tuo forte scegli abiti che slanciano, gonne lunghe e tacchi superfemminili.
  3. Accessori. Mai esagerare! Non più di 2-3 anelli ad ogni mano, gioiello importante solo in occasioni speciali, orecchini punto luce per le serate più eleganti. Maxi bag per il giorno e per il lavoro, shopping bag solo se hai meno di 25 anni e per fare la spesa, pochette per la sera, borsa gioielli per le occasioni speciali. E le scarpe? Quest’anno le snickers fanno furori e si adattano a quasi tutte le occasioni, ma un tacco è sempre averlo a portata di mano.
  4. Must have. Ci sono alcuni capi che devi assolutamente avere nel tuo guardaroba:
    • Tubino nero. Pratico e versatile si abbina con tutto adatto all’ufficio, per un aperitivo o per una serata importante
    • Jeans skinny. Casual e super comodi basta il top giusto e un blazer per passare da modalità casual a chi
    • Camicia, preferibilmente bianca. Elegante in un attimo, sempre luminosa, perfetta per l’ufficio e fresca (quasi) tutto l’anno
    • Décolleté classiche e sneackers sono proprio le prime che devi acquistare anche più paia. Meglio abbondare.

Vestirsi bene non è solo una questione di educazione e rispetto, è proprio un toccasana e un trucco psicologico raffinato per dare sempre il meglio in ogni occasione.

Vestirsi bene: come influenza noi e le nostre performance2020-08-03T15:48:18+02:00

Estate 2020: libri sulla moda da portare in vacanza

Estate 2020:

Libri sulla moda da portare in vacanza

Tra cambio del costume, creme abbronzanti e snack, oppure nello zaino tra il pranzo al sacco e la giacca antivento, un libro trova sempre posto. Per molti di noi le vacanze sono l’unico momento dell’anno in cui dedicarsi in santa pace alla lettura. Libri impegnati o leggeri? Noi ti consigliamo 8 libri, tra monografie e romanzi, da mettere in valigia.

breve storia della moda in italia

Breve storia della moda in Italia – Maria Giuseppina Muzzarelli

Storica della moda tra le più importanti, la Muzzarelli racconta il made in Italy partendo da lontano, più precisamente dal Medioevo. Con un linguaggio leggero e mai banale il libro è appassionante e scorrevole e ci accompagna tra sarti, artigiani e stilisti attraverso le diverse epoche della moda e il suo ruolo nel segnare le appartenenze di luogo e status. Una monografia che ogni appassionato dovrebbe avere nella propria libreria.

Audrey e la moda

Audrey e la moda – Cindy De La Hoz

Audrey Hepburn è l’icona della moda francese, semplicemente elegante. Inconsapevole del suo fascino innato e distante dagli atteggiamenti da diva e dai capricci hollywoodiani, ha conquistato tutti con un fisico esile e il suo stile inconfondibile e inedito.

Finite le riprese di “Vacanze romane”, un promettente stilista parigino (Hubert de Givenchy) rimane folgorato dalla sua bellezza e da quella sua aria così fresca e sbarazzina. Capelli corti, pantaloni a sigaretta e paglietta da gondoliere. Da quel giorno Givenchy diventerà il suo maestro di eleganza e le permetterà di elaborare uno stile unico e personale, quello che diventerà la cifra stilistica dell’attrice.

In “Vacanze romane”, “Sabrina“, “Cenerentola a Parigi” e “Colazione da Tiffany” la Hepburn spiazzerà i costumisti di Hollywood imponendo il suo look. Che – spoiler – diventerà leggenda.

Una raccolta di immagini, in cui Audrey Hepburn compare dentro e fuori i set a fianco degli uomini più affascinanti di Hollywood, e il racconto di come Audrey è diventata Audrey da leggere tutto d’un fiato.

Gucci, la vera storia di una dinastia di successo – Patrizia Gucci

Oggi Gucci è una multinazionale, ma con noi non c’entra più nulla. L’ultima volta che sono entrata nel negozio, in incognito, nessuno mi ha riconosciuta, e la ferita nel mio cuore si è riaperta. Per questo voglio raccontare e ripercorrere come testimone la storia della mia famiglia… Sono orgogliosa di essere una Gucci, di aver ereditato un patrimonio, qualunque esso sia, umano, di carattere, di stile e creatività e voglio che la memoria di quella grande storia resti fissata nel tempo“.
Dalla fondazione dell’azienda da parte del bisnonno Guccio alla storia d’amore dei genitori Paolo e Yvonne fino agli anni di lavoro a Firenze e all’estero, Patrizia Gucci ripercorre la storia di una delle dinastie di maggior successo dell’imprenditoria italiana.

Tra ricordi e riflessioni ci accompagna fin dalla nascita dell’azienda e della creazione dei modelli diventati icone, attraverso momenti di famiglia, felici e tragici, fino alla vendita del brand. Genio creativo, originalità, fiuto per gli affari e marketing sono gli ingredienti per un libro da divorare nel caldo estivo.

Chanel una vita da favola

Chanel. Una vita da favola – Alfonso Signorini

Quando dici eleganza il primo nome che viene in mente è quello di Coco Chanel. Difficile non amarla. Una donna nata senza privilegi, fiera e indipendente che affronterà sfide inedite per il suo tempo per seguire le sue aspirazioni, senza farsi abbattere dagli ostacoli e dai drammi che la vita riserva a tutti e tragedie epocali che hanno cambiato il mondo.
Da “sartina di campagna” Coco comincerà a farsi strada, trovando l’amore e trionfando nel mondo della moda con creazioni piene di fantasia e di raffinatezza che affascinano i salotti in tutto il mondo portandola a frequentare i più grandi artisti del suo tempo.
Iniziare questo libro potrebbe distrarti dalla tua vacanza, tienilo presente.

La Parigina – Guida allo chic – Ines de La Fressange e Sophie Gachet

Come essere chic e raffinate? Ce lo raccontano con la solita eleganza francese Ines de la Fressange e la giornalista Sophie Cachet.

“La Parigina – Guida allo chic” offre consigli di stile e bellezza raccolti in anni e anni trascorsi da Ines nel mondo della moda.

Pillole di saggezza su come vestirsi in stile parigino costruendo un guardaroba basato soltanto su sette capi basici, da movimentare con accessori da capogiro per un mix & match sempre impeccabile.
Attraverso foto di moda della figlia di Ines de La Fressange e sue istantanee e disegni il libro offre anche una guida agli indirizzi top parigini di Ines: alberghi, ristoranti, luoghi insoliti da visitare…

Più che una monografia quasi una guida turistica alternativa per tornare a casa completamente rinnovate.

Psicologia dell’abbigliamento – John Carl Flugel

Vogliamo approfondire il nostro approccio alla moda con qualcosa di più impegnato? “Psicologia dell’abbigliamento” di John Carl Flugel è considerato un testo fondamentale che esplora gli aspetti psicologici della moda. Costituisce una teoria completa sul fenomeno e ne prevede l’evoluzione.

Perché ci vestiamo e perché abbiamo creato i capi di abbigliamento? Per decorazione, pudore e protezione. Il conflitto tra “decorazione” e “pudore” e il compromesso che ne deriva costituiscono il punto chiave della psicologia del vestire.
Flügel analizza i vari tipi di abbigliamento, delle forze e delle vicissitudini della moda, dell’evoluzione dell’abbigliamento, della sua etica e del suo futuro. Per comprendere cosa ci spinge inesorabilmente a fare shopping quando vediamo qualcosa che ci piace…

la signora harris

La signora Harris – Paul Gallico

A Parigi, a Parigi! Nella testa della signora Harris risuona battagliero il grido che la sta portando Oltremanica,  alla conquista della Ville Lumière e del suo bottino: l’abito del quale non può proprio fare a meno. Perché la più che matura vedova londinese, di umili natali e ancor più umile professione, è stata folgorata sulla via della haute  couture mentre svolgeva le mansioni di donna di servizio nell’abitazione della sua cliente più aristocratica: dentro  l’armoire della lady era comparso il vestito più bello che Ada Harris avesse mai visto, e alla bellezza non si resiste.
Cuore impavido e spirito indomito, la fragile signora Harris si è armata così del suo cappottino spigato, della borsetta  marrone di finta pelle imbottita di risparmi, dell’improbabile cappellino ornato da un fiore più grande di lei, e si è  imbarcata sul volo per Parigi, destinazione Avenue Montaigne: la Maison Dior. La britannicissima signora non ha fatto  però i conti con i pregiudizi e lo snobismo. Ma niente può fermarla, perché Ada ha un cuore grande, un’immaginazione  sconfinata e l’anima candida di una donna perbene. E per questo che anche a Parigi il suo bottino più grande saranno  l’affetto e la generosità delle persone ben felici di darle una mano.

il diavolo veste prada

Il diavolo veste Prada e La vendetta veste Prada – Lauren Weisberger

Vestiti di lusso, feste esclusive, cascate di flash e fiumi di champagne. Chi rifiuterebbe un lavoro nel mondo dorato delle riviste fashion? Un appassionato di moda non può non aver visto il film tratto da questo romanzo. Ma, si sa, i film non rendono giustizia alle opere letterarie.

A ventitrè anni, con una laurea in lettere in tasca e in testa il sogno di diventare scrittrice, Andrea Sachs si presenta a un colloquio per un posto da assistente nella redazione di “Runaway”. Nessuno osa dire di no a Miranda Priestley, la regina indiscussa del fashion system globale e Andrea non fa eccezione. Accantonati felpe, blue-jeans e ambizioni letterarie, si ritrova a completa disposizione della mitica, esigentissima Direttrice. Eccessi e protagonisti di un universo dal fascino indiscusso nel racconto romanzato delle esperienze dell’autrice al servizio di Anna Wintour, direttrice di Vogue America.

Dieci anni dopo il successo del romanzo Il diavolo veste Prada, arriva l’atteso sequel: La vendetta veste Prada. Il ritorno del diavolo. Da quando Andrea Sachs, Andy, si è licenziata dal lavoro per cui “milioni di ragazze ucciderebbero” come assistente di Miranda Priestly, direttrice di Runway e guru della moda internazionale la sua vita è molto cambiata. Tutto va a gonfie vele, anche la nuova rivista che ha fondato. Ma la vendetta di Miranda non si farà attendere ancora per molto…

Buone vacanze!

Estate 2020: libri sulla moda da portare in vacanza2020-08-03T15:35:34+02:00

Focus brand: eleganza spumeggiante con Patrizia Pepe

Focus brand: eleganza spumeggiante con Patrizia Pepe

Il made in Italy è nel mondo sinonimo di bellezza, arte e qualità. Quale migliore culla dunque di Firenze, il fulcro di tutto ciò che l’arte italiana ha prodotto nel Rinascimento e non solo? Vivere quotidianamente immersi nell’arte e nella bellezza, in un contesto fiorente di piccole botteghe e grandi realtà, permette di sviluppare un senso del bello e del gusto del tutto particolare e raffinato.

Firenze però non è solo culla di realtà antiche e storiche. Molte nuove aziende si sono imposte sul mercato con forza negli ultimi decenni. Una di queste è un brand che noi amiamo in modo particolare per il suo stile glamour, minimal, dinamico e frizzante: Patrizia Pepe.

Patrizia Pepe: la storia del brand

Il brand Patrizia Pepe ha poco meno di 30 anni, il fiore della gioventù. Negli anni ottanta Claudio Orrea apre un’azienda di produzione di abbigliamento sportivo prodotto da lui e dalla moglie Patrizia Bambi. Nel 1993 dal progetto imprenditoriale di Tessilform nasce un nuovo brand che unisce lo stile e la qualità classici italiani allo spirito più vivace e frizzante di Patrizia, da qui il Pepe del naming.

La prima sede della neonata impresa è a Galciana, una frazione di Prato e occupa 7 dipendenti. Dopo 15 anni contava già 250 dipendenti, oggi è un brand conosciuto e venduto in tutto il mondo con negozi in Russia, Giappone, Germania ed Emirati Arabi, costituendo un vero successo internazionale.

Il nome scelto per il marchio racconta bene a chi si rivolge Patrizia con i suoi capi: vesto chi ama essere elegante, briosa, femminile, creativa e curiosa. È questa visione chiara che ha portato il business di famiglia, coltivato a fianco di suo marito, che ricopre il ruolo di presidente e amministratore delegato dell’azienda, ad una continua ascesa.

Patrizia Pepe brand moda eleganza giovane

Il quartier generale di Patrizia Pepe è oggi a Prato, alle porte di Firenze. La nuova sede, inaugurata nel 2000, è stata concepita come una grande casa accogliente, un villaggio immerso nel verde, dove si lavora molto ma dove il benessere dei dipendenti è messo in primo piano. C’è una sala fitness che viene usata durante la pausa e la mensa è attrezzata con arredi dal tipico sapore rustico toscano. In questa grande casa vivono tutte le persone che hanno reso grande il brand.

Patrizia e Claudio vivono nella parte storica della residenza, realizzata attorno a una antica torre del XIII secolo e alcune rovine, perfettamente integrate in spazi moderni e confortevoli. Nelle dependance vivono Stefano, il fratello di Claudio Orrea, che si occupa delle vendite e del marketing e Sebastiano Lombardo, con la sua famiglia, general manager e uno dei collaboratori presente in azienda fin dall’inizio. Filippo, 24 anni, è il figlio della coppia e non è escluso che lui raccolga il testimone ed entri in azienda a lavorare a fianco dei genitori.

Non solo. Patrizia Pepe ama l’arte e ha allestito spazi eleganti dove gli artisti emergenti o famosi possono esporre le loro creazioni, presentate con eventi speciali. Una parte di queste opere diventano poi parte del patrimonio aziendale e sono esposte in maniera permanente.

Lo stile Patrizia Pepe e made in Italy nel mondo

Lo stile di Patrizia Pepe piace perché è moderno, attuale, libero da eccessi, con un guardaroba completo di abiti da giorno e da sera. Patrizia è riuscita a creare uno stile con un dna molto preciso e unico che riflette pienamente la sua personalità.

Le collezioni sono iconiche e originali. Gli abiti Patrizia Pepe sono lunghi e sensuali, con vertiginosi spacchi lungo la coscia e scollature generose, con un’attenzione minuziosa per i dettagli e una silhouette elegante e molto riconoscibile. Le scarpe Patrizia Pepe, invece, possono essere pitonate o con borchie, piume, frange metalliche, pon pon, pellicce,… abiti e accessori sono richiesti in tutta Europa e nel mondo e hanno conquistato anche star della musica internazionale come Britney Spears, Katy Perry e Dua Lipa, scelta come testimonial per le campagne FW17-18 e SS18.

Patrizia Bambi si definisce una “donna dall’animo rock” e ha saputo creare uno stile contemporaneo e originale, per donne e uomini sempre al passo coi tempi.

Patrizia Pepe in poco meno di 25 anni è riuscito a raggiungere un fatturato annuo da 130 milioni di euro, di cui quasi la metà prodotto sul mercato estero, con un’espansione retail inarrestabile. Vero e proprio ambasciatore del made in Italy nel mondo, quello di Patrizia Pepe è un marchio in costante evoluzione: nel 2005 viene lanciata la prima collezione uomo e nel 2007 la linea bambina. Nel 2011 Patrizia Pepe debutta nel beachwear, mentre nel 2014 viene presentata la linea accessori e recentemente il marchio sta investendo nella collezione shoes, presentata con grande successo nel 2016 a Pitti Uomo.

Il marchio Patrizia Pepe fa parte di quei prodotti che sanno dare smalto al “made in Italy”, una forza che, in questo caso, è esaltata «dall’appeal internazionale» del brand, dove la qualità dei materiali e l’innovazione figurano al primo posto insieme alla creatività e alla capacità di lasciarsi ispirare dalla bellezza tutta italiana.

Cerca le proposte Patrizia Pepe negli Outfit per lei

Focus brand: eleganza spumeggiante con Patrizia Pepe2020-06-22T14:33:55+02:00

I love shopping: perché impazziamo per le scarpe?

I love shopping: perché impazziamo per le scarpe?

Donne e scarpe, un amore sconfinato. Ma anche uomini e scarpe, intendiamoci. Conosciamo uomini che hanno armadi pieni di scarpe di diversi colori, stili, materiali e non ne hanno mai abbastanza. Ma le donne… sarà per l’abbondanza di scelta, sarà per quella forma particolare che il tacco regala alle gambe, ma di fatto sono loro le regine delle scarpe.

Chiedetelo a qualunque donna e vi risponderà che ogni occasione richiede una scarpa diversa e ogni scarpa ha la sua occasione specifica. Lo stivale, con e senza tacco, il sandalo, con e senza tacco, le sneakers, le scarpe sportive e gli scarponcini da montagna, le infradito, le decollète… e ancora Chanel, ballerine, d’Orsay, mocassini, ankle strap, slingback,…

Esiste un vocabolo per gli appassionati di scarpe ed è shoeaholic, una persona che possiede più di 60 paia di scarpe e che non resiste quando ne vede un nuovo paio che gli piacciono. Qualche anno fa un sondaggio del Daily Mail rivelava che se solo il 63% delle intervistate ricordava il nome del primo ragazzo che aveva baciato, il 92% ricordava benissimo il primo paio di scarpe acquistato con i propri risparmi.

Perché le donne amano follemente le loro scarpe?

1. Le scarpe non tradiscono mai. Qualunque sia la tua taglia la scarpa calza sempre e ti fa sentire bella. E soprattutto se sopra una certa taglia dobbiamo accontentarci di quel che si trova, con le scarpe non ci sono limiti allo shopping.

2. Le scarpe non fanno sentire vecchie. Se con il passare degli anni devi cambiare il tuo stile di abbigliamento, una scarpa con tacco non è mai fuori luogo e una sneaker ti fa sentire sempre a tuo agio

3. Attraverso le scarpe diciamo ciò che non osiamo dire con l’abbigliamento. Con le scarpe osiamo molto più facilmente che con un abito, ci lasciamo affascinare dal colore e da forme bizzarre, ci lasciamo trascinare dalla creatività.

4. Il tacco slancia la figura e modifica la forma del polpaccio rendendo le forme più curve e affascinanti. Il tacco ti fa sentire sexy anche quando non si vede perché cambia la postura e l’atteggiamento. Provare per credere.

5. Una scarpa rilascia fascino su tutto l’outfit. Una bella scarpa riesce a trasformare anche gli outfit meno interessanti. Lo sai che la prima impressione, nella maggior parte dei casi, parte proprio dalle calzature che indossi?

Must have 2020: le sneakers bianche

Non sono mai passate di moda, e per alcuni sono una vera ossessione: sono le sneakers. Ma per essere perfette per il 2020 devono essere bianche, perfette e senza segni di usura oppure provate dal tempo e dalla loro storia.

Le sneakers bianche stanno bene con tutto. Sono perfette con i jeans, ma per chi vuole osare si abbinano anche con completi sartoriali e pantaloni neri, per portare un po’ di street style in outfit troppo rigidi ed eleganti. I marchi più famosi hanno persino recuperato i loro best seller di un tempo per tornare a riproporli, sia nella versione classica, sia rivisitata.

Se ancora non ne hai un paio nel tuo guardaroba questa è l’occasione perfetta per fare shopping!

Nell’immagine a fianco una delle nostre proposte più divertenti. Per tutte le altre devi passare a trovarci o seguire la nostra pagina social!

Leggi anche: Il bianco è il colore dell’estate 2020

Scopri le nostre proposte di outfit PER LEI e PER LUI

I love shopping: perché impazziamo per le scarpe?2020-06-22T14:11:00+02:00

Leggerezza e spontaneità: il bianco è il colore dell’estate 2020

Leggerezza e spontaneità: il bianco è il colore dell’estate 2020

Mai estate fu più ricca di incognite. E mai come quest’anno abbiamo voglia di sentirci leggeri e spensierati. Ce lo meritiamo! Vogliamo luce e gioia di vivere. E il colore più luminoso è decisamente il bianco, non un vero e proprio colore, ma la somma di tutti i colori dello spettro luminoso!

Il significato simbolico e psicologico del bianco

Il bianco simboleggia l’inizio della fase vitale, la nascita o la rinascita, rappresenta la speranza per il futuro, la fiducia nel mondo e nel prossimo. Ne sentiamo davvero la necessità!

Il bianco rappresenta anche lo stato di purezza e la voglia di cambiamento e di evoluzione spirituale, colore fresco dell’estate e puro per l’inverno.

Nel loro contrasto, bianco e nero sono colori assoluti, intransigenti, tutto e niente, per questo sono fenomenali insieme e nella cultura orientale sono uniti nel mistico simbolo dello Yin e Yang.

Leggi anche: 5 tendenze primavera/estate per lei 2020

Libertà, pace, purificazione, nuovo inizio, luce: questo è il bianco, che invita alla leggerezza, all’assenza di aspettative e di pesi. Non può che essere il colore di questa estate 2020.

Come indossare il bianco, must have dell’estate 2020

Le passerelle lo avevano già anticipato, come ogni anno il bianco l’avrebbe fatta da padrone nella stagione calda. Colore fresco per definizione è anche un colore molto amato nello stile boho chic, il più amato da qualche anno.

È un colore versatile e si abbina facilmente con tutto, indossarlo nel modo giusto è semplice. È il colore non colore per eccellenza, dunque è necessario cercare di bilanciare le trasparenze e selezionare i tessuti o gli indumenti ad hoc!

Il bianco è il colore ideale per contrastare il caldo d’estate. Total white oppure solo in parte, la tendenza di questa stagione opta per il candore di questa texture. In abbinamento con il nero sta bene su tutto, l’unico accorgimento è di utilizzare indumenti che si sposino bene con la nostra figura e ne evidenzino i punti forti. Il bianco tende ad allargare le forme se indossato scorrettamente.

Bianco colore dell’estate 2020: due outfit luminosi

Abito bianco lungo be you e scarpe bianche Crime

Per lei:

Ci aspetta una torrida estate, anche se il meteo sembra ancora incerto in queste prime settimane di giugno. Ci aspettano delle vacanze diverse in cui comodità e freschezza la faranno da padrone, tra spiagge italiche, monti e città d’arte da riscoprire.

Cosa c’è di meglio di un abito bianco lungo, semplice, quasi boho chic. Leggerissimo e fresco per una torrida estate. (135€)

Cosa abbinare ad un abito raffinato ma comodo? Una scarpa comoda e altrettanto bianca. Le sneakers Crime non tradiscono mai (165€)

Per lui:

Look giovane, fresco ma impeccabile, da indossare per l’aperitivo in riva al lago o in spiaggia, o per riscoprire le città d’arte italiane.

La camicia Alley Docks bianca (75 – 155€) può essere indossata chiusa da sola o aperta su una t-shirt, come in questo caso (t-shirt Comodo bianca 69). Il bianco assicura leggerezza ed eleganza, anche indossata in modo molto sportivo.

Il contrasto con i bermuda floreali Scotch (115€) è divertente e molto sportivo. Per riscoprire infine il bianco nelle scarpe Crime (165€)

Puoi trovare questi e altri abbinamenti nel nostro negozio a Borgo Valsugana. Insieme a 4 chiacchiere, un sorriso e qualche consiglio.

Scopri gli altri outfit PER LEI e PER LUI

Leggerezza e spontaneità: il bianco è il colore dell’estate 20202020-06-22T14:07:33+02:00

Riparte la moda anche in Valsugana: Comunello&co riapre i battenti

Riparte la moda anche in Valsugana: Comunello&co riapre i battenti

Abbiamo atteso a lungo, dapprima con la preoccupazione dei giorni più bui, poi con l’impazienza delle ultime settimane di attesa. Ma non siamo stati fermi. Ci siamo tenuti in contatto con molti di voi. Vi abbiamo portato i vostri ordini o i regali per la festa della mamma.

Ci siete mancati. Niente è come scambiare due parole e una battuta in negozio, magari un caffè insieme. E poi la moda è anche emozione e corpo: il tessuto tra le dita, la prima impressione di un capo indossato, la voglia di sentirsi a proprio agio e coccolati. Il web ci dà tante possibilità, ma non può sostituire il rapporto umano. Sappiamo che la pensate come noi.

Riaprire in sicurezza

Così si riapre dal 15 maggio, tra mille domande e cento indicazioni. Noi siamo pronti!

Abbiamo pulito il nostro negozio in ogni angolo, anche il più recondito.

Ci siamo attrezzati con tutto il materiale richiesto per la sicurezza dei clienti e dei dipendenti: mascherine, gel, prodotti per la pulizia a norma.

Le pulizie dei locali verranno effettuate 2 volte al giorno.

Tutti i capi sono stati trattati con apposito prodotto igienizzante e lo stesso verrà usato dopo ogni prova da parte dei clienti e prima di consegnare il capo venduto.

Potranno accedere al negozio max 4 persone come da direttive ministeriali.

Due novità per i nostri clienti

Dopo 2 mesi e più di incertezze abbiamo tutti bisogno di una boccata d’aria. Anche una sana sessione di shopping ha un discreto potere rigenerante. Ma come farla in sicurezza? E ancora, conviene? Ci siamo messi in gioco e abbiamo pensato due soluzioni interessanti e sicure per i nostri clienti.

Il negozio in esclusiva

Abbiamo mantenuto gli stessi orari di prima, ma con una novità: Dalle 12.30 alle 15 e dalle 19 alle 21 il negozio è a disposizione per appuntamenti privati. È sufficiente chiamarci allo 0461753330 o inviare un messaggio whatsapp al 335 605 9630 per fissare un appuntamento e avere il negozio praticamente a completa disposizione. Uno di noi sarà sempre presente per aiutare i nostri clienti scegliere con calma e in assoluta sicurezza.

3 x 2 di bentornato

Amiamo i nostri clienti, ognuno di voi è speciale. Per questo vogliamo farvi un regalo di bentornato. Acquistando 3 pezzi quello che costa meno si paga solo 1€.

Vi è venuta voglia di fare un pò di shopping? L’estate è praticamente arrivata. Non fatevi trovare impreparati. Noi vi aspettiamo a braccia aperte, ma a distanza. E con un sorriso dietro le mascherine.

Riparte la moda anche in Valsugana: Comunello&co riapre i battenti2020-05-14T13:38:42+02:00

Outfit da donna Japan style Nine in the Morning

Outfit da donna Japan style Nine in the Morning

Un look aggiornato alle tendenze attuali con jeans larghi e casacca lunga o con giubbotto in pelle

Giacca donna Nine in the Morning

Giacca lunga in cotone e lino con vestibilità ampia con collo coreana – prezzo €  199

Pantalone Nine in the Morning

Pantalone largo a completo per la giacca in cotone e lino con coulisse in vita – prezzo € 169

Sneaker bianca Crime

Sneaker ideale per un look quotidiano crime – prezzo € 165

Giubbotto in pelle made in italy

Giubbo pelle chiodo in morbida belle nel colore più di tendenza, il cuoio – prezzo € 359

Jeans donna fatigue Nine in the Morning collezione 2020

Jeans denim in grigio chiaro 100% cotone – prezzo €  179

Stivaletto  Ernesto Dolani

Stivaletto che si abbina perfettamente all’outfit quotidiano – prezzo € 259

Outfit da donna Japan style Nine in the Morning2020-05-20T08:56:41+02:00